Home | Dove Siamo | News | Contatti

L'importanza della accettazione dell'eredità e della sua trascrizione

La dichiarazione di successione che gli eredi debbono pressentare alla competente Agenzia delle Entrate, ha valenza prettamente fiscale, in quanto istituita per la liquidazione delle imposte dovute allo Stato in seguito alla morte di una persona. Pertanto la compilazione e la presentazione di tale dichiarazione non comporta accettazione dell'eredità da parte degli eredi.

Perchè un soggetto possa conseguire l'eredità a lui lasciata deve necessariamente accettare tale lascito.

L'accettazione può essere espressa (quando il chiamato all'eredità dichiara espressamente di accettare l'eredità avanti al notaio) oppure tacita (quando il chiamato dispone di beni ereditari, ad esempio, vendendo o concedendo in ipoteca beni ereditari).

In quest'ultimo caso quindi non è necessario stipulare un apposito atto, perchè la persona, comportandosi da erede, ha accettato l'eredità senza bisogno di fare dichiarazioni.

Quando un soggetto si reca dal notaio per vendere un bene immobile ereditario senza aver precedentemente fatto la dichiarazione di accettazione espressa dell'eredità, l'atto può essere ricevuto. Tuttavia per rendere opponibile ai terzi la qualità di erede del venditore e per dare continuità alle trascrizioni nei registri immobiliari (dal defunto all'erede venditore e dall'erede venditore all'acquirente) è necessario che il notaio proceda alla trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità.

L'omissione della suddetta trascrizione comporta conseguenze molto gravi. Tra queste il fatto che non producono effetto le successive trascrizioni o iscrizioni a carico dell'acquirente. Pertanto, chi acquista da un erede che non ha trascritto la propria accettazione, stipula un atto la cui trascrizione non è efficace.

Ad esempio, se l'erede vende a più persone, anche con scritture private, prevale il primo che acquista, e non già il primo che ha trascritto (con gravi rischi per la sicurezza degli acquisti immobiliari).

E' del tutto evidente, quindi, che l'adempimento in oggetto ha una notevolissima importanza per rendere definitivo l'acquisto successorio rispetto ai terzi, e fare in modo che colui che acquista dall'erede possa avere sicurezza del proprio acquisto.

Copyright © 2008-2017 Dott. Barbara Franceschini - P.Iva 02753630132 - Tutti i diritti riservati

Web partner : Meeting Point - www.meetingservice.com